Arredare casa in stile Shabby Chic

Trattasi di Uno stile di interior design, in cui mobili, accessori e arredi si presentano invecchiati, anzi, maggiori sono i dettagli usurati meglio e rappresentata l’anima di questo stile. Stando a questa prima e importantissima caratteristica, i mobili shabby chic potrebbero essere di qualsiasi età e materiale. Nello shabby chic significato e definizione si intrecciano: dopo aver capito cosa vuol dire questo stile, bisogna Imparare a scegliere i mobili più adatti al fai-da-te. Trattasi di mobili ricchi di intarsi, perché rappresentano un’età passata e, quindi, l’effetto “polveroso” delle vernici pastello ben attecchisce Sulla Loro superficie. Lo shabby dà al “vecchio” una seconda possibilità , riportando una nuova vita mobili che altrimenti non guarderemmo neppure.

Lo stile shabby chic e nella nato buona e vecchia Gran Bretagna, dove i primi barlumi di questo stile si vedevano nelle belle e grandi case di campagna. Elementi tipici, quali sciupati divani, vecchie pitture, parati, tende candido, grandi lampadari, erano presenti in ogni casa signorile. Non un caso lo shabby chic ha molto in comune con arredi d’epoca, soprattutto quelli in stile vittoriano, anche se  l’elemento glamour ed eccentrico a lo rendere shabby chic “diverso” rispetto  a tutti gli altri stili di interior design.

Di di molti credono che lo shabby chic sia legato essenzialmente ad un arredo “total white” incantato e meraviglioso, ma in realtà le causa declinazioni sono molteplici e, la gran parte di queste dipende dai gusti di ciascuno, dal modo in cui si personalizza casa, dalla propria tasca: proprio perché lo shabby chic uno e stile basato recupero e sul riciclo, proprio perché i veri amanti dello shabby amano mettere alla prova la loro manualità, proprio perché posta uno dei pochi tuttora (se non l’unico) che può essere realizzato nelle sue varie sfaccettature con l’arte del fai-da-te.

Abbiamo  la possibilità con lo stile shabby di arredare qualsiasi tipologia di casa: da quella che offre possibilità di spazio una quella che si riduce al minimo indispensabile. Dobbiamo sempre tenere conto di conservare quelle che sono le caratteristiche dello stile shabby:

  • in una cucina squallido, gli elementi sono tantissimi ma certo non possono mancare una credenza in stile shabby chic e particolari accessori d’epoca;
  • in una camera da letto shabby , il cassettone antico ei vari pizzi e merletti;
  • in salotto un squallido, una poltroncina stile Luigi XVI, credenza in stile shabby chic e lampadario con le gocce di cristallo;
  • in un bagno squallido, specchio con cornice lavorata e accessori in ferro o ceramica

Queste sono solo alcune delle caratteristiche fondamentali dell’arredo shabby che, può accontentare qualsiasi richiesta per chi non ama gli estremi, moderno e classico.

 

Editor's choice

Tags:

1 Comment
  1. Reply admin aprile 26, 2014 at 12:56 am

    it’s trst

Leave a reply

Search